“Da A a X”

More about Da A a X

di John Berger

Lettere d’amore che A’ida (“A”) manda a Xavier (“X”), in prigione, probabilmente per attività terroristiche. Da A a X.

«Non è me stessa che ti offro questa notte nella tua cella – sarebbe troppo semplice – quel che ti offro è te stesso, te stesso amato in ogni tua parte».

Oggi mi sento molto incline alle metafore.
E trovo che la buona e vecchia metafora della festa vada benissimo, perché si può partecipare a una festa con mille stati d’animo diversi, e quindi è adatta a parlare dei diversi modi con cui uno può vivere la lettura.

Bene, leggere questo libro è stato come andare a una festa in cui tutti ballano, ed è anche gradevole starli a vedere per un po’, ma solo un po’, dopo me ne vado, e certo non mi unisco alle danze. La musica, le luci, gli invitati… tutto l’insieme non mi ha preso.
Fuor di metafora: amene alcune frasi di A’ida e bello l’amore per Xavier, ma per il resto il libro non mi ha preso molto. Probabilmente perché le parole mi sono sembrate disgregate, insomma non ho colto un’unità. Il che può essere benissimo un limite mio.

«Di notte il tempo è molto più gentile, non c’è niente da aspettare e niente che sia superato».

«L’effimero non è l’opposto dell’eterno. L’opposto dell’eterno è il dimenticato. Alcuni sostengono che il dimenticato e l’eterno sono, alla fin fine, la stessa cosa. E si sbagliano.

Altri dicono che l’eterno ha bisogno di noi, e hanno ragione. L’eterno ha bisogno di te nella tua cella e di me qui, a scriverti e mandarti pistacchi e cioccolato».

«Sono le piccole cose che ci spaventano. Le cose immense, che possono uccidere, ci rendono coraggiosi».

«Come mai, quando nel vuoto della notte dico “ti amo”, ricevo qualcosa di immenso? Il silenzio è assoluto come prima. Non è la tua risposta che mi è arrivata. C’è stata solo la mia dichiarazione. Eppure mi sento appagata. Paga di cosa? Per quale ragione l’abdicare diventa un dono per chi abdica?».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Da A a X”

  1. Marcello ha detto:

    La frase quel che ti offro è te stesso, te stesso amato in ogni tua parte mi lascia senza fiato. E’ una dichiarazione d’amore molto bella, di forte intensità. D’accordo, il libro nel suo complesso non sarà granchè. Però non lascia dietro di sé il vuoto. Qualcosa rimane.

    (arrivo qui direttamente da Anobii).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...